javascripts

mercoledì 19 agosto 2015

L'isola DOC

Non è propriamente un'isola, intorno non c'è il mare, ma colline piemontesi, stiamo parlando di Loazzolo, piccolo paese con 350 abitanti o poco meno in provincia di Asti, ed è in quest'isola felice che nasce il Loazzolo, vino DOC dolce e rarissimo, vinificato ed imbottigliato esclusivamente da uve Moscato, la cui produzione è consentita esclusivamente in questo comune e con determinate caratteristiche territoriali ed una disciplinare molto ferrea, infatti solamente 8 produttori in 5 ettari complessivi hanno il pregio di produrlo.



Uno di questi pochi produttori è la tenuta Isolabella della Croce sita appunto a Loazzolo, un angolo di paradiso.


Questo territorio è sicuramente da preservare e questa infatti è la missione della famiglia Isolabella: Terra Protetta è il progetto intrapreso con passione per valorizzare il Terrior di Loazzolo, la più piccola Doc italiana.

Il progetto, affidato a Andrea Elegir l'enologo che ha reso noto il barbera di alta qualità in tutto il mondo, ha come obiettivo la volontà di valorizzare "l'ecosistema" racchiuso nella tenuta Isolabella dove gli elementi naturali, il bosco, le abitazioni contadine ed il vigneto convivono come una volta.

Vi presentiamo ora qualche opera d'arte prodotta in questo luogo magico:

Sauvignon Blanc 2014: nasce dal vigneto più alto, in cima ad una collina dal terrreno calcareo-marnoso. Oltre ai profumi caratteristici del Sauvignon Blanc,  la sapidità del vino ha un'eleganza molto fine






Bricco del falco: prodotto da uve pinot Nero vinificate in rosso, è il top di gamma della cantina. L' impianto del vigneto è di 11000 ceppi per ettaro( più del doppio di piante di un vigneto normale) per cercare il più possibile di equilibrare lo sviluppo della pianta che entra in competizione con quella accanto.





Maria Teresa 2014 : freschezza gustativa accompagnata dall'intensa nota fruttata derivante dalle uve barbera di Loazzolo.
Augusta 2009: è un Barbera d'Asti sottozona(CRU in francese) NIZZA, cioè da uve provenienti da 18 comuni vicino a Nizza Monferrato. Viene affinato in piccole botti di rovere per almeno 12 mesi.





Moscato Valdiserre: Intensità olfattiva associata ad elegante bilanciamento tra dolcezza, mineralità e freschezza gustativa conseguenza della più tardiva maturazione ottimale che conserva e sviluppa al meglio gli aromi preservando l'acidità.














Solio 2006: Loazzolo è la DOC più piccola d'Italia, proveniente da uva Moscato di Loazzolo vendemmiate tardivamente e poi fatte appassire in fruttaia. Il profumo del Moscato si sposa con note di agrumi e cedro.














Come potete immaginare la produzione non si ferma qui, Isolabella della Croce offre un sito molto tecnico e descrittivo, con tutte le informazione che vi serviranno per conoscere questo territorio così unico che da prodotti unici sicuramente da conoscere ed apprezzare.

Tornate a trovarci..tante ricette con questi vini vi aspettano.