javascripts

mercoledì 20 marzo 2013

Lasagna aperta con grok

Uno snack non può essere mangiato solo come snack nella mia cucina.
Amo "trasformare" i cibi, infatti chi mi conosce bene sa dei miei "abbinamenti pazzi", inusuali.
Sono un pò la Maga Magò della cucina.

Ovviamente non sono pasticciona, i miei "intrugli" sono ben studiati, hanno una logica, non sono cose fatte così a caso.
Questa volta ho utilizzato un delizioso snack come componente fondamentale per creare una salsa da poter utilizzare nella realizzazione di un primo.


Lasagna aperta vegetariana con besciagrok

Per la besciagrok:
250 ml di latte
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di farina "00"
1 bustina di grok classico da 60gr
1 pizzico di noce moscata

Per la ratatouille:
1 melanzana grande
2 zucchina
1 patata grande
1/4 di cipolla
1/2 peperone carnoso giallo
1/2 peperone carnoso rosso
1 mazzetto aromatico
pepe e sale q.b.
olio extravergine d'oliva
1 tazza di brodo vegetale
pomodorini ciliegino

fogli di lasagna verde

Prima di tutto preparate la ratatouille tagliando tutte le verdure a dadini (mi raccomando tutti in egual misura).
Ora io la faccio in forno però se preferite potete saltare le verdure in padella partendo da quelle con una cottura maggiore.
Nel mio caso dopo aver tagliato le verdure le ho posizionate in una teglia con il mazzetto aromatico, le ho condite con sale, pepe ed olio e le ho infornate  (forno ventilato a 200°).
Dopo dieci minuti ho unito alle verdure il brodo ed utilmato la cottura in forno.

Per la besciagrok basta procedere come una classica besciamella, ovvero:
fate scaldare il latte, senza farlo bollire.
Preparate un roux, in una casseruola cuocete il burro con la farina per 2 minuti.
Ora versate il latte bollente nella pentola del roux, mescolate energicamente con una frusta in modo da non formare grumi, aggiungete la noce moscata.
Abbassate la fiamma ed aggiungete i grok classici, farli sciogliere e far addensare il tutto.

Per ultima cosa cuocete i fogli di lasagna verdi.

Impiattare partendo dai fogli, besciagrok e poi le verdurine, ultimate con un giro d'olio extravergine d'oliva.