javascripts

venerdì 4 aprile 2014

Rallo on PrimAir

Sono felicissima di presentarvi la prima ricetta che ho realizzato per un nuovo contest.
Realizzato dall' Azienda Agricola Rallo, produttrice di vino sin dal 1860, inizialmente La Cantina Rallo produceva solo vino Marsala, oggi invece dopo tanti studi la famiglia Vesco ha portato la produzione ad un livello superiore. 
Infatti oggi Rallo offre anche eccellenti vini da tavola e soprattutto tutto all'insegna del biologico.

Per la prima parte della sfida ho preparato un piatto con un vino bianco, EVRO'....
Questo vino porta il nome di una regina, o meglio la Regina Bianca di Navarra...bianca come il colore della bacche utilizzate per produrre l'insolia.
Il suo colore è di un giallo verdolino, è un vino molo seducente, pieno di profumi intensi e con un gusto molto avvolgente.
E' ottimo come aperitivo e perfetto per accompagnare frutti di mare, ostriche, aragoste, caviale.
Si serve ad una temperatura di 12°.

Dopo questa piccola parte "tecnica" voglio parlarvi e mostrarvi il piatto della sfida.
Data la sua "storia" ho cercato di realizzare un piatto "bianco", dai profumi intensi e caldi come la sicilia e con un gusto avvolgente e pieno di carattere.


Risotto all'insolia Evrò e mela Granny con cefalo agli agrumi in crosta di sale

Per il cefalo agli agrumi in crosta di sale
2 cefali medi (1 filetto a persona)
3 kg di sale grosso 
6 albumi 
prezzemolo
arance 
limoni
2 bicchieri di insolia Evrò 

Per il risotto all'insolia Evrò e mala Granny
280 gr di riso carnaroli
insolia Evrò
1 bicchiere di panna fresca
75 gr di robiola
1 mela Granny Smith

mandorle a lamelle

Prima di tutto preparate il cefalo, lavandolo e pulendolo bene.
Riponete i cefali in una terrina e fate marinare per 20 minuti circa con il vino insolia Evrò ed il succo di limone ed arancia.

Montate gli albumi a neve, aggiungete a questi il sale ed amalgamate il tutto.

Foderate una teglia con della carta da forno e con il composto di sale create una base per i cefali, aggiungeteci delle fettine di limone ed arancia qualche ramoscello di prezzemolo ed adagiateci sopra il pesce.

Ricoprite con cura il pesce utilizzando il composto a base di sale, pressando leggermente in modo da far attaccare bene il sale al pesce.
Infornate in forno già preriscaldato a 200° per circa 40 minuti.
Trascorso il tempo di cottura estraete il pesce dal forno e lasciatelo riposare, dopodichè  aiutandovi con un batticarne rompete la crosta di sale e pulite i cefali eliminando la pelle ed estraendo il primo filetto, poi eliminate la lisca centrale e prelevate l'altro filetto.

Preparate il risotto facendo tostare il riso per un paio di minuti (senza aggiungere nulla in padella).
Aggiungete al riso tostato il vino (deve coprire bene il riso) e fate cuocere a fiamma bassa.
A metà cottura aggiungete al risotto le mele precedentemente tagliate a dadini (utilizzate solo i quattro lati in modo da avere sia la parte della buccia sia un pò di polpa).
Ultimate la cottura con la panna fresca.
Una volta cotto mantecate il risotto con la robiola (mi raccomando deve essere molto fredda).

Impiattate il risotto, adagiate al lato dei filetti di cefalo e guarnite con delle lamelle di mandorle.
Ed ecco qui pronto il mio piatto tutto a base di Insolia Evrò.

Mi raccomando se vi è piaciuta questa ricetta andate sulla pagina facebook della Cantina Rallo e mettete mi piace alla mia foto, e seguitemi ancora per scoprire la prossima ricetta con un altro vino magnifico.